Catasto storico

Esecuzione di un rilievo con Topofil, anni Ottanta

Esecuzione di un rilievo con
Topofil, anni Ottanta

In sede è consultabile il Catasto storico delle grotte del Lazio e dell’Abruzzo, una raccolta di informazioni organizzata in buste numerate che ebbe origine nel lontano 1904, data di fondazione del Circolo Speleologico Romano, e sviluppata organicamente dal geologo Aldo Segre negli anni Quaranta.  Responsabili del Catasto furono i soci Aldo G. Segre, Mariano Dolci, Gianfranco Trovato, Fulvio Rusconi, Luciano Nizi.

Nel Notiziario del CSR sono stati pubblicati gli Elenchi  catastali delle grotte del Lazio (1965, 1966, 1967 e 1968, 1970, 1973, 1981, 1988, 1991-1992, 1996) e dell’Abruzzo (1963, 1968, 1971, 1979). 

Dal 1999 l’aggiornamento dei dati del Catasto delle grotte del Lazio è a cura della FSL (Federazione Speleologica del Lazio) ,  in applicazione della legge regionale n.20 ‘Tutela del patrimonio carsico e valorizzazione della speleologia’.

Commenti chiusi